Vibratore! Suora in imbarazzo all’aeroporto.

Vibratore! Suora in imbarazzo all’aeroporto.

Portare un vibratore nel proprio bagaglio non vietato. Allora perché tutto questo clamore per un vibratore in aeroporto? Perché il bagaglio appartiene ad una Suora!

Vibratore! Suora in imbarazzo all’aeroporto.

L’imbarazzo nel vedere spuntare sul monitor l’immagine di un vibratore insieme ai vari oggetti personali presenti nel bagaglio. Gli addetti alla sicurezza si sono trovati di fronte a qualcosa che mai avrebbero potuto immaginare. Si perché non capita di sicuro tutti i giorni di trovare sex toy nei bagagli dei viaggiatori, tanto meno nella valigia di una suora. Tra il Rosario e testi sacri, ecco che spunta il vibratore, oggetto che per alcuni potrebbe avere qualche riferimento sacro, ma non di sicuro in questo caso!

Quanto riportato da VocediNapoli.it, non sarebbe la prima volta che si verifica un caso del genere. Non sarebbe un caso isolato e l’ultimo in ordine cronologico sarebbe capitato all’aeroporto di Capodichino a Napoli. Durante i normali controlli pre imbarco, una suora straniera ha fatto passare il suo bagaglio a mano nello scanner, quando ad un certo punto sullo schermo appare davanti agli addetti alla sicurezza il sex toy, traendo in fallo la suora.

L’imbarazzo palpabile ha bloccato per un’istante tutti. Come comportarsi in questo caso? Superato il momento critico, il tutto è sfumato in nulla, come se non fosse successo niente.

Chissà se l’imbarazzo maggiore lo ha provato l’addetto alla sicurezza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TRANSLATE