Il capostipite dei sex toy, colui che ha dato inizio al divertimento dei giochi erotici, vi presentiamo il DILDO CLASSICO!

Visualizzazione di 1-24 di 30 risultati

DILDO CLASSICO

Questo sex toy è in assoluto il più corteggiato, conteso, apprezzato e ricercato nel mondo dei giochi erotici. Adatto sia in solitaria che in compagnia, il dildo classico gode di una reputazione inattaccabile.

Nella vita di una donna, statistiche alla mano, almeno 7 donne su 10, hanno avuto l’enorme piacere di utilizzarlo.

Le prestazioni di questo fantastico sex toy, sono uniche e senza età. L’evoluzione tecnologica l’ha reso sempre più performante, per i palati più esigenti.

TIPOLOGIE DI DILDO CLASSICO
Col dildo classico ci si può davvero sbizzarrire. Piccolo, grande, stretto, largo, curvo, dritto, liscio o ruvido, insomma, ce né per tutti i gusti.

Anche la ricerca dei materiali ha fatto passi da gigante. Dal legno alla pietra, siamo arrivati a siliconi medicali di altissima qualità e sicurezza (vi consigliamo di controllare le certificazioni).

Possiamo trovare i dildo classici anche in acciaio e vetro, per i più esigenti abbiamo la versione in cristallo swarovsky.

-22%
-22%
-22%

ANAL DILDO

Perfect dong

66.50 51.87
-22%
-22%
-22%

ANAL TOYS

Magic reality

49.51

ANAL TOYS

Real stuff

30.51

Per una esperienza ottimale con il dildo classico consigliamo di leggere gli approfondimenti:
BREVE STORIA DEL DILDO
Il dildo ha una storia molto antica. Dal paleolitico all’antico Egitto, dai romani ai greci, passando per le millenarie civiltà orientali e i cavalieri del basso Medioevo, il dildo (nella sua variante classic, ovviamente) è sempre esistito. Se volete farvi una breve lettura in merito alla storia del dildo, qui abbiamo un bel articolo per voi. Addirittura, secondo alcune testimonianze, i soldati francesi prima di partire per la guerra lasciavano dei dildo alle loro mogli per masturbarsi durante la loro lunga assenza. Se nel VI secolo a.C. veniva fabbricati in pietra o cera, a partire dal Rinascimento la fecero da padrone prima il cuoio e poi il vetro, entrambi da riempire con cotone, stracci o acqua calda. Il primo dildo in gomma risale agli anni Quaranta, poi fu la volta del pvc e dell’attualissimo silicone. A questo punto sorge spontanea la domanda: se i grandi popoli del passato hanno ceduto alla tentazione del dildo in pietra (immaginate che dolore!), perché non dovremmo provarli noi ora che ce ne sono di comodissimi e bellissimi?
COME UTILIZZARE UN DILDO CLASSICO
Il dildo classico sicuramente non vi farà rimpiangere la mancanza di un uomo. Chiaro, nessuno dice che sostituisce un uomo, ma vi garantisco che, un dildo classico, che sia in silicone medicale o in acciaio, che sia più o meno lungo oppure più o meno largo, con venature o liscio, sarà sempre all’altezza della situazione. Il modo migliore di utilizzarlo? Cara amica, il dildo classico ha una doppia faccia. Il doppio utilizzo lo rende estremamente versatile. Potrete inserirlo nella vagina e/o nell’ano, a vostra insindacabile discrezione, scegliete quello che più vi piace. Un consiglio, lubrificate la zona prima dell’uso, anche se l’eccitazione è alta, vi consentirà un divertimento intenso! Prendete il vostro dildo classico e decidete se: inserirlo, appoggiarlo, sfregarlo, agitarlo, tutto è consentito, date sfogo alla fantasia, eliminate ogni inibizione e liberatevi di qualsiasi freno. Impiegatelo per solleticare e sollecitare il clitoride, oppure massaggiate il punto G. se avete scelto la versione vibrante, avrete un plus in più. Se invece decidete di usare il vostro dildo classico per l’ano, ricordate di lubrificarlo prima, introducetelo con grazia e piano piano affondatelo, fino a quando il brivido lungo la schiena giungerà alla base del cervelletto. A questo punto, avrete trovato la vostra dimensione.
LA PULIZIA DEL DILDO CLASSICO
Pulire, pulire, pulire. Anche se non siete delle perfette donnine di casa, ricordatevi che prima o dopo l’utilizzo, il dildo va sempre pulito. Inoltre mi raccomando, ragazze: non fate l’errore di alternarlo ad ano e vagina indifferentemente, piuttosto tenetene a portata di mano due diversi, uno anale e l’altro classico. E se proprio ne avete solo uno, inseritelo prima nella vagina e poi nell’ano e non viceversa. Il retto infatti è pieno di batteri che, se entrano in contatto con le mucose vaginali, possono trasmettere infezioni davvero molto fastidiose.
TRANSLATE